+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Articolo su un giornale della diocesi di Cagliari!

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Romina
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    319

    Articolo su un giornale della diocesi di Cagliari!



    Santu Jacu mi perseguita
    Oggi la mia "capa" mi ha portato questo articolo che ha trovato in un settimanale della diocesi di Cagliari.
    Mi sembra interessante anche se...non dovrebbero essere i pellegrini ad adattarsi alla lingua dei luoghi che visitano?
    Se fosse così rilancio le mie lezioni di sardo
    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: articolo.jpg 
Visualizzazioni: 311 
Dimensione: 79.9 KB 
ID: 196

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Nena
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    111
    ... bah ... questo articolo mi pare un po' confuso .... ed anche il titolo del progetto o come è spiegato mi sembra molto strano ... e di progetti europei ne vedo .... e poi secondo me l'aspetto linguistico nella creazione e sviluppo di una rete di cammini mi sembra davvero marginale ... mah ....

    un abbraccio

    Nenixedda
    "Sii gentile, poichè ogni persona che incroci sta combattendo una dura battaglia" - Platone

  3. #3
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    1

    Smile In risposta a Romina e Nena

    Gentili Romina e Nena,
    mi presento , prima di tutto: mi chiamo Barbara, sono di Mandas, sebbene viva a Cagliari e mi sono iscritta al vostro forum, perchè l'altro giorno , casualmente, ho letto la vostra discussione sul mio articolo comparso su "Il Portico", settimanale della Diocesi di Cagliari.
    Collaboro, insieme ad altre due persone e per conto del Comune di Mandas, alla realizzazione del Progetto Europeo denominato "English. The Saint James'Ways".
    A tal proposito, concordo sul fatto che l'articolo sia stato in parte stravolto dalla redazione, che ha anche scelto un titolo inappropriato e risulti pertanto confuso, in alcuni punti.
    Tuttavia,alcuni membri dello staff europeo che collabora con l'Italia alla realizzazione di questo progetto, mi hanno chiesto di puntualizzare alcuni aspetti:
    l'esigenza di promuovere questo progetto è nata dal fatto che vi sono moltissimi pellegrini, provenienti da diversi Paesi, come l'Australia, gli USA, il Giappone, che scelgono di fare il Cammino di Santiago, essenzialmente per trascorrere una vacanza un pò particolare e che non parlano spagnolo , italiano o francese e non necessariamente desiderano farlo.
    La nostra iniziativa non pretende neppure di impedire a quei pellegrini che lo vogliono, di imparare la lingua del luogo.
    Il nostro desiderio è semplicemente quello di facilitare la comunicazione e la ricchezza dell'incontro fra culture diverse.
    Ad ogni modo ci saranno occasioni per incontrarci personalmente a Mandas e confrontarci su tanti altri aspetti.
    Un grande in bocca al lupo per la realizzazione dei nostri sogni

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Romina
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    319
    Ciao Barbara,
    ti ringrazio per il tuo intervento.
    Ti dico il mio parere.
    Ho fatto il cammino di Santiago più di una volta e conosciuto hospitaleri e pellegrini provenienti da tante parti del mondo. Non ho mai avuto particolari difficoltà di comunicazione pur non conoscendo l'inglese.
    La cosa che a me personalmente fa paura è che questi progetti, che ora ruotano intorno al futuro "cammino di Santu Jacu", non tengano conto del vero significato del Cammino che, per come lo vivo io, non è "una vacanza particolare" il cammino è il cammino e solo chi lo ha percorso ne può conoscere il senso.
    Nel cammino anche provare a "capirsi" fa parte del bellissimo "gioco"!!!

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu puoi inviare nuove discussioni
  • Tu puoi inviare risposte
  • Tu puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •